Zerto

Sempre un passo avanti nella protezione dei dati

Per proteggere in modo efficace i propri ambienti critici dalla perdita di dati, malfunzionamenti tecnici e interruzioni di servizio è necessario considerare tutte le alternative a disposizione. È possibile scegliere la piattaforma Zerto gestita da OVHcloud, che assicura la resilienza dei dati nel datacenter scelto.

Zerto

Massima semplicità di implementazione

Tramite gli account OVHcloud vSphere esistenti è possibile usufruire di un accesso completo all'interfaccia Zerto Virtual Manager (ZVM) di Zerto. L'API Zerto ZVM permette di ottimizzare il DRP dopo l'incidente, mentre le API RESTful consentono di automatizzare le numerose attività necessarie alla gestione della ripresa dell'attività senza utilizzare necessariamente l'interfaccia utente Zerto.

Sincronizzazione continua

La replica delle macchine virtuali raggiunge una velocità media di 90 MB/s* grazie alla rete OVHcloud, 10 volte più veloce rispetto agli standard del mercato: i dati vengono copiati praticamente in tempo reale.

*Velocità media calcolata su una settimana di sincronizzazione dati tra i datacenter OVHcloud di Roubaix e Strasburgo (informazione non garantita a livello contrattuale).

Trasmissione sicura dei dati

Per la sincronizzazione viene utilizzata la nostra rete in fibra, che collega i datacenter OVHcloud. Il trasferimento dei dati tra siti distanti avviene tramite una VPN, che garantisce uno scambio ancora più sicuro.

 

Protezione dei dati critici con la piattaforma Zerto

Zerto DRP 6.5

La soluzione Zerto è pensata per le aziende che intendono preservare i propri sistemi IT da malfunzionamenti, perdite di informazioni e interruzioni di servizio. Che tu possieda un ambiente gestito in autonomia o un Managed Bare Metal Essentials in uno dei nostri datacenter, la nostra soluzione garantirà la protezione dei dati.

Reprise d'activité depuis n'importe quel site primaire chez OVHcloud

Ripristino delle attività da qualsiasi sito primario OVHcloud

La soluzione Zerto è pensata per le aziende che intendono preservare i propri sistemi IT da malfunzionamenti, perdite di informazioni e interruzioni di servizio e ti permette di proteggere i tuoi dati, a prescindere che tu possieda un ambiente gestito in autonomia o in uno dei nostri datacenter.

Reprise d'activité depuis premier un Hosted Private Cloud vers un second

Ripristino dell’attività dall’infrastruttura principale Managed Bare Metal Essentials a una secondaria

In caso di malfunzionamenti, le applicazioni ospitate nel tuo Managed Bare Metal Essentials principale vengono migrate in quello secondario. La localizzazione dei dati sarà differente.

Configurazione rapida di Zerto DRP

L’attivazione della soluzione Zerto richiede pochi step: implementazione del proprio Managed Bare Metal Essentials secondario in un datacenter diverso da quello dell’infrastruttura principale; attivazione della propria soluzione DRP per le macchine virtuali in questione dall'interfaccia Web Zerto Virtual Manager; trasferimento dei dati verso la nuova infrastruttura con un semplice click. A questo punto saranno sicuri e disponibili nell'infrastruttura secondaria.

Recovery Point Objective et Recovery Time Objective optimisés

Recovery Point Objective e Recovery Time Objective ottimizzati

Grazie alla sincronizzazione continua ad alta velocità, con Zerto la perdita di dati è ridotta al minimo e il tempo necessario alla ripresa dell'attività (RTO) è ottimizzato, perché le VM vengono riavviate automaticamente sull'infrastruttura di backup.

Best practice per il Disaster Recovery Plan

Per la definizione della propria soluzione di monitoraggio, è importante che il servizio sia indipendente dall’infrastruttura controllata e che il sistema di notifiche utilizzi almeno 2 canali di diffusione (ad esempio, SMS ed email). Relativamente all’organizzazione del DRP internamente all’azienda, è necessario stabilire un piano d'azione strutturato che preveda l’identificazione dei soggetti coinvolti e la definizione di una procedura di escalation per gestire le situazioni nel modo più efficace. Consigliamo inoltre di effettuare un test con cadenza mensile per simulare il passaggio da un'infrastruttura all'altra.