Che cos’è l'edge computing?


L'edge computing consiste nel collocare la potenza di calcolo e lo storage dei dati vicino alla fonte da cui vengono generati. Questo significa che nel Cloud devono essere eseguiti meno processi, permettendo così di superare i problemi di latenza e trasmissione dei dati a lunga distanza. I principali vantaggi sono una maggiore disponibilità e tempi di trasmissione dei dati ridotti.

L'edge computing è diverso dal tradizionale modello informatico di elaborazione e analisi dei dati in un datacenter centralizzato (nel Cloud o nei locali di un’azienda), poiché l'elaborazione dei dati avviene ai “margini” (edge) della rete.

idc infobrief hero image cloud database campaign

Perché l'edge computing è diventato importante

A causa della crescita esponenziale dei volumi di dati, l'edge computing ha acquisito sempre più importanza. Questo aumento dei dati è stato in gran parte determinato dai dati dei sensori provenienti dai dispositivi IoT (Internet of Things). Grazie all'edge computing è possibile acquisire, elaborare e analizzare i dati quasi in tempo reale. Inoltre, si possono filtrare i dati non necessari, in modo da inviare al datacenter solo le informazioni fondamentali.

Quando i dati vengono elaborati nell’edge della rete, le performance di applicazioni come la realtà aumentata (AR), la realtà virtuale (VR), il Machine Learning (ML) e l'Intelligenza Artificiale (IA) vengono potenziate. L'edge computing consente inoltre di utilizzare i dati in localizzazioni da remoto e contribuisce alla conformità normativa, poiché i dati sono vicini alla loro fonte di origine. Inoltre, l’utilizzo di una local area network (LAN) per l’elaborazione e lo storage dei dati permette di inviare una quantità minore di dati al Cloud, riducendo così i costi operativi.

Sebbene mantenere i dati all’edge sia considerata una scelta più efficiente della trasmissione al Cloud o a un datacenter, questo non significa che i dati non debbano essere protetti. È necessario adottare politiche di cifratura dei dati per proteggere tutti i dati trasmessi e salvati, in modo da tutelarli da furti e attacchi informatici. Adottare una politica di sicurezza efficace è fondamentale per elaborare i dati all’edge.

In risposta alla domanda “cos'è l'edge computing", il Research Analyst Gartner lo descrive come "parte di una topologia informatica distribuita in cui l'elaborazione delle informazioni si trova vicino al margine della rete, ovvero vicino a dove le cose e le persone producono o consumano quelle informazioni". Il calcolo distribuito non è una novità e viene utilizzato da decenni. Ne sono un esempio le aziende che eseguono operazioni da remoto, in cui non avrebbe senso utilizzare un sistema IT centralizzato.

Il modello tradizionale di trasferimento dei dati verso un datacenter centralizzato tramite Internet viene ormai viene sconsigliato, dato che attualmente le aziende hanno bisogno di ottenere informazioni più rapidamente per condividerle con gli organi decisori. La rete Internet tradizionale non è stato progettata per il traffico di dati che le aziende dovranno gestire in futuro. Inoltre, può essere soggetta a interruzioni che portano a downtime, causando rallentamenti, connessioni non disponibili e, in ultimo, perdita di profitti.

Qualsiasi soluzione all’edge deve elaborare due tipi di dati. Il primo sono i dati di sistema che supportano le operazioni aziendali e che sono spesso salvati in database relazionali più piccoli rispetto a quelli che si trovano in un datacenter on-premise o nel Cloud. Il secondo tipo di dati sono quelli degli utenti. La stragrande maggioranza dei dati elaborati all’edge sono generati da sensori, che rendono l'elaborazione localizzata più efficiente. Oltre a questi dati dei sensori, le aziende dispongono di un numero crescente di dispositivi connessi da gestire, come smartphone e notebook, che possono essere gestiti in modo più efficace utilizzando un modello di edge computing.

L'edge computing è un'integrazione del modello di calcolo centralizzato, più adatto all’elaborazione di carichi di lavoro intensi. L’edge computing invece è perfetto elaborare dati in tempo reale e generare informazioni più rapidamente. Inoltre, può contribuire a ridurre il carico sulla rete Internet grazie all'elaborazione dei dati vicino alla fonte, che riduce al minimo le congestioni. Secondo IDC, entro il 2023 più di metà delle nuove infrastrutture IT aziendali e non avverrà nei datacenter.

I problemi che l'edge computing può risolvere

L’adozione dell'edge computing può risolvere quei problemi che impediscono alle organizzazioni di lavorare al meglio, oltre ad apportare numerosi vantaggi commerciali.

Tempi di latenza ridotti

Elaborare i dati vicino al luogo in cui vengono generati richiede molto meno tempo rispetto a inviarli a un datacenter remoto. Le interruzioni e le congestioni di rete possono aumentare la latenza e rallentare l’analisi in tempo reale. Le reti wireless funzionano in modo più efficace se è già stata messa in atto un'infrastruttura di edge computing.

Aumenta la resilienza dell’attività

I servizi edge possono aiutare le aziende a risolvere una serie di problemi, ad esempio un downtime non pianificato causato dalla mancanza di disponibilità di Internet. Mantenere i dati all’interno di un unico sito significa che le aziende possono garantire connessioni più sicure e migliorare le prestazioni semplicemente mantenendo i dati all’interno dei propri locali. In questo modo è possibile migliorare l'esperienza utente, trasmettendo contenuti multimediali (ad esempio video) vicino a dove sono richiesti.

Migliorare la sovranità dei dati

Un grande problema per molte aziende è quando i dati sono trasmessi in altre regioni e oltre i confini nazionali. I problemi di sovranità dei dati possono essere risolti elaborando e mantenendo i dati vicino al luogo in cui vengono creati. In ambito sanitario, potrebbe trattarsi di dati sensibili relativi ai pazienti, di dati video e identificativi personali. Inoltre, grazie all’edge computing è possibile garantire la conformità, ad esempio al Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) dell’UE, elaborando i dati all’edge e rendendoli anonimi prima che vengano inviati al Cloud o a un datacenter centrale.

Riduce le congestioni della rete

I sensori IoT non faranno che aumentare la necessità di spostare ed elaborare più dati. Per il momento, nell'era del Cloud computing e dei servizi di streaming, Internet funziona in modo sufficiente. Tuttavia, aggiungere dati provenienti da miliardi di dispositivi porrà un enorme carico di lavoro sull'infrastruttura Internet globale. Secondo IDC, entro il 2025 , un volume quasi inimmaginabile. L'edge computing, che secondo le stime rappresenterà il 90% di questi dati, permette di evitare una grave congestione di Internet.

Come viene utilizzato l'edge computing?

L'edge computing può avere diversi utilizzi. Ottenere informazioni in tempo reale può fornire vantaggi significativi per numerose operazioni critiche: ad esempio, in caso di analisi predittive in un ambiente di produzione, in cui la manutenzione delle attrezzature supporta la produzione continua. Nella logistica, l'edge computer vision o l’analisi dei contenuti video possono essere utilizzati nei centri di distribuzione per la linea di imballaggio. I pacchi possono essere controllati all’istante, per assicurarsi che contengano i prodotti giusti ed eliminare gli errori negli ordini.

L'edge computing offre molteplici possibilità e sta generando entusiasmo in diversi settori, ad esempio industriale e agricolo, e nelle amministrazioni locali. Ecco alcuni esempi di utilizzo dell’edge computing.

Trasporti
Le automobili a guida autonoma devono dimostrare di essere in grado di garantire la sicurezza sia dei passeggeri che dei pedoni. Questo richiede un’elaborazione dei dati in tempo reale fino a 20 terabyte, volume che un veicolo autonomo potrebbe dover elaborare in un solo giorno. Questi dati includono le condizioni stradali, del traffico e meteorologiche, oltre a informazioni sulla velocità e, naturalmente, sulla posizione. L'invio di questi dati a un datacenter remoto ne rallenterebbe l'analisi e avrebbe gravi conseguenze in termini di sicurezza. L'edge computing aiuta le auto a guida autonoma a elaborare i dati più rapidamente e a trasmettere una visione vicina alla realtà.

Produzione industriale
Nella produzione industriale, una produttività minore equivale a minori profitti. Analizzare i dati all’edge può perfezionare i processi di produzione. Acquisire informazioni sui livelli di efficacia operativa, tramite l'utilizzo dei dati raccolti dai sensori sull'intera linea di produzione, aiuta a identificare le aree di miglioramento. I sensori effettuano analisi predittive controllando lo stato delle macchine e la funzionalità degli impianti. Inoltre, è possibile monitorare elementi come il controllo degli stock e la sicurezza dei lavoratori per garantire operazioni efficienti e prive di rischi.

Agricoltura
In un mondo con risorse limitate e condizioni climatiche imprevedibili, i sensori possono essere utilizzati per monitorare i livelli di umidità del suolo e il contenuto delle sostanze nutritive. Utilizzando i dati dei sensori, gli agricoltori prevedono con precisione i tempi di raccolta ottimali per garantire una resa massima. I droni possono monitorare i raccolti per verificare la presenza di malattie o parassiti, mentre i sensori possono prevedere gli eventi climatici, aiutando gli agricoltori a proteggere meglio i loro raccolti dalle inondazioni e dagli incendi. Questo tipo di agricoltura intelligente contribuisce a migliorare l'efficienza, ridurre i costi operativi e fornire agli agricoltori livelli di controllo molto più elevati.

Settore sanitario
Nel settore sanitario, i dati vengono generati costantemente. Le scansioni eseguite da dispositivi medici come gli ultrasuoni, i monitor cardiaci e i dispositivi indossabili generano grandi quantità di dati. Anziché inviarli a un archivio dati centrale, possono essere elaborati e analizzati all’edge. Questo permette agli operatori sanitari di ottenere risultati in tempo reale e fare diagnosi più rapidamente, riducendo la necessità di appuntamenti aggiuntivi e liste di attesa. Elaborare i dati in loco, piuttosto che inviarli a datacenter distanti, rende la chirurgia robotizzata più sicura.

Smart city
Immagina un mondo in cui è facile trovare parcheggio, dove non ci sono bidoni della spazzatura straripanti e la criminalità è sotto controllo. Una smart city potrebbe essere così, grazie all’Edge Analytics. I dispositivi IoT possono essere utilizzati per supportare alcuni servizi essenziali. Il controllo dell'illuminazione stradale permette alle persone di sentirsi al sicuro per strada di notte. La sorveglianza del traffico e delle condizioni stradali riduce gli ingorghi e protegge i cittadini dai pericoli, mentre i sensori ambientali possono essere utilizzati per ridurre il consumo di energia.

E molto altro

5G/WiFi 6 e l’edge computing

Il futuro dell'edge computing è strettamente legato all'avvento delle tecnologie di rete 5G wireless e WiFi 6. Questo sta portando nuovo slancio all'edge computing, con la promessa di prestazioni dei dati superiori e analisi in tempo quasi reale. Molte operazioni industriali si servono già del 4G e del WiFi, il che significa che le reti possono essere migliorate più semplicemente, invece di essere create da zero. Integrare l’elaborazione dei dati all’edge è fondamentale per il ML e l’IA e per supportare l’uso di processi basati sulla AR/VR.

Cloud computing e edge computing

È importante notare che l'edge computing è complementare al Cloud. L'edge computing non porterà vantaggi alle aziende nell’utilizzo del Cloud. I servizi Cloud consentono alle aziende di estendere la propria infrastruttura a livello globale e di aumentare le risorse di calcolo per grossi carichi di lavoro solo quando necessario. Il Cloud riduce la necessità di investire in hardware IT costosi e abbassa i costi di gestione. L'edge computing è destinato a crescere e a integrare le reti Cloud, dove l’elaborazione dei dati è necessaria lontano dalla rete centrale.

OVHcloud e l’edge computing

Grazie alla sua esperienza ventennale nei datacenter, OVHcloud può contribuire al futuro dell'edge computing. Il nostro Datacenter as a Service offre un sistema Cloud pre-integrato on-premise con una vasta gamma di servizi DCaaS,IaaS e PaaS.

Le aziende possono utilizzare i prodotti OVHcloud all’interno del proprio datacenter per ottenere la piena sovranità sui dati, ridurre i costi operativi e di capitale e usufruire delle tecnologie hardware più recenti.