Cos’è l’hosting Cloud?


Chi possiede un’attività basata su applicazioni e utilizza un sito Web come interfaccia principale con il proprio pubblico, è probabile che abbia sentito parlare di hosting Cloud. Ma cosa si intende per hosting Cloud?

Diversamente dal modello di hosting tradizionale, in cui si utilizza un solo server, un servizio di hosting Cloud impiega la virtualizzazione per distribuire i dati di siti Web e applicazioni su più macchine fisiche e virtuali. In sostanza, il Cloud rende i siti Web e le applicazioni di un’azienda accessibili e altamente disponibili.

shared hosting and vps

Cos’è l’hosting Cloud?

L’alta disponibilità è possibile perché gli host Cloud sono spesso distribuiti in più datacenter localizzati in diverse aree geografiche e supportano così le operazioni di failover per un ripristino rapido dei sistemi nell'ambito di un Disaster Recovery Plan. Gli hosting Web Cloud utilizzano inoltre il Load Balancing per gestire al meglio il traffico, distribuendo la domanda aggiuntiva tra i diversi server Cloud disponibili nelle architetture di hosting Cloud.

In generale, l’hosting Cloud offre una flessibilità maggiore rispetto al modello di hosting tradizionale: scalabilità più elevata, prestazioni superiori, maggiore sicurezza e più resilienza sono solo alcuni esempi dei principali vantaggi. Questa soluzione si basa su uno dei numerosi servizi di Cloud computing esistenti, l’Infrastructure as a Service (IaaS), che fornisce risorse on demand per operazioni di calcolo, storage di dati e risorse di rete, utilizzando un modello di tariffazione pay-as-you-go.

A chi si rivolge l’hosting Cloud?

Spesso le aziende optano per l’hosting Web Cloud quando raggiungono i limiti massimi supportati dall’hosting condiviso on-premise, ad esempio nel caso di un aumento del numero di visite a un sito che potrebbe causare problemi di performance. L’hosting Cloud semplifica notevolmente la pianificazione e la gestione dei picchi di traffico, perché rende più facile aumentare la capacità e configurare la scalabilità automatica per adattarsi ai sovraccarichi improvvisi.

Qualsiasi sito Web potrebbe registrare picchi di traffico, ma queste brusche impennate di visite sono indubbiamente più frequenti in tipi di siti specifici come quelli di shopping e gli e-commerce, in cui il traffico può aumentare vertiginosamente soprattutto in caso di vendite promozionali, campagne pubblicitarie e programmi di influence marketing.

Le altre categorie di siti che possono registrare un forte aumento del traffico sono le agenzie di stampa e media, i siti di intrattenimento e streaming, i social network e le community online, le pagine che offrono informazioni o istruzioni relativamente a usi specifici.

Chiunque utilizzi una delle piattaforme Web più diffuse può riscontrare i grandi vantaggi dell'hosting Web Cloud. Gli hosting Cloud WordPress, ad esempio, offrono una maggiore velocità, un miglioramento della SEO e un livello di sicurezza più elevato. WordPress alimenta inoltre il 43% di tutti i siti Web in Internet, aspetto che aumenta in modo significativo le opportunità delle aziende che utilizzano un hosting Cloud basato su questo CMS.

Qual è la differenza tra hosting Cloud e hosting?

Esistono diverse opzioni per l’hosting Web e di applicazioni, sia in datacenter on-premise che con servizi di hosting commerciale.

La costruzione e gestione di un datacenter “on site” offre alle aziende un controllo completo sulle operazioni IT, utile quando le esigenze in termini di sicurezza e normative sono elevate e l’accesso ai dati deve essere limitato.

I servizi di hosting Web commerciale si dividono in tre grandi categorie: condiviso, in server privati virtuali e dedicato. Ogni tipologia utilizza un unico server nel datacenter di un’azienda di hosting, con limiti definiti di storage, potenza di elaborazione (CPU), memoria (RAM) e banda passante.

Nel caso degli hosting condivisi, le aziende pagano per avere a disposizione una determinata quantità di spazio per ospitare le risorse di siti Web e applicazioni, e condividono lo stesso server con altre imprese e organizzazioni. Le piccole e medie imprese ne costituiscono i clienti tipici, in quanto i costi sono più contenuti e parte della gestione quotidiana e della manutenzione viene effettuata dall’hosting provider. Questa opzione è ideale se l'utilizzo Web è costante e prevedibile.

L’hosting VPS rappresenta una sorta di upgrade del modello condiviso, ma ogni singolo server è suddiviso in macchine virtuali distinte. La sicurezza è potenziata grazie alla compartimentazione dello spazio del server, che permette di proteggere i dati aziendali da quelli di altri utenti. È l'opzione scelta dalle aziende che passano da essere piccole imprese ad avere medie dimensioni.

L’hosting dedicato è ideale per le aziende che sono cresciute fino a raggiungere dimensioni significative e hanno quindi bisogno di prestazioni superiori e maggiore sicurezza. Utilizzare un server dedicato in un ambiente di hosting a pagamento ha infatti un costo più elevato, ma garantisce un maggiore controllo sulle proprie risorse.

Tutti questi modelli presentano una serie di vantaggi, ma anche inconvenienti. Un datacenter on-premise implica nuovi investimenti in hardware una volta raggiunti i limiti di capacità. Scalabilità e prestazioni potrebbero essere limitate dai dispositivi installati e l'aggiornamento richiedere molto tempo. Per eseguire le operazioni di manutenzione e gestione devono inoltre essere presenti team IT interni, che comportano ulteriori costi aggiuntivi. Un datacenter costituisce anche un punto di controllo unico i cui aggiornamenti possono richiedere molto tempo, limitando così la crescita aziendale.

Con un hosting commerciale tradizionale, tutte le opzioni possibili comportano il pagamento di una capacità che non verrà necessariamente utilizzata, soprattutto in caso di fluttuazione del traffico. Negli ambienti di hosting condiviso, gli eventuali picchi di carico improvvisi e le violazioni di sicurezza che hanno impatto su altre aziende che utilizzano il server possono causare problemi di disponibilità e downtime del sito.

Quali sono i vantaggi di un hosting Cloud?

L’hosting Cloud offre numerosi vantaggi rispetto al modello di hosting tradizionale, primo fra tutti quello di non presentare un singolo punto di vulnerabilità. Invece di utilizzare un modello di server unico centralizzato, l’hosting Cloud si basa su un cluster o una rete di server, in modo che in caso di malfunzionamenti o mancata disponibilità, la macchina viene sostituita di default da un altro server.

Costo e flessibilità

Con l’hosting Cloud, le aziende pagano solo per le risorse effettivamente consumate, senza la necessità di gestire il proprio hardware e includere nella fatturazione anche la capacità non utilizzata. Le soluzioni di hosting Cloud offrono infatti la possibilità di aggiungere risorse quando necessario, per garantire prestazioni ottimali del sito ed evitare upgrade manuali.

Affidabilità

Sia con i server dedicati che condivisi, disporre di un servizio di hosting Cloud permette di evitare che il proprio sito Web risulti irraggiungibile. Siti e applicazioni sono infatti distribuiti su una rete di macchine, eliminando il problema del singolo point of failure tipico dell’hosting tradizionale.

Scalabilità

Uno dei maggiori vantaggi dell’hosting Cloud è costituito dalla scalabilità. Se un'azienda prevede un incremento del traffico legato a una campagna di marketing o una promozione, può inviare una richiesta per estendere la capacità disponibile per un periodo di tempo specifico o configurare uno scaling automatico nel caso che l'aumento della domanda sia meno prevedibile. In ogni caso, grazie a questa soluzione è molto più semplice garantire la disponibilità continua di siti Web e applicazioni.

Servizi e supporto

Il Cloud permette di accedere a un’ampia gamma di servizi in grado di supportare le applicazioni Web, come possibilità di aumentare in modo istantaneo la capacità di calcolo, sicurezza integrata e piani di Disaster Recovery. I provider di hosting Cloud spesso dispongono di datacenter in tutto il mondo e possono quindi raggiungere più facilmente nuovi mercati restando conformi alle normative locali in materia di dati.

Vantaggi aggiuntivi dell'hosting Cloud

Più sicurezza

Il modello di hosting Cloud offre una sicurezza integrata per supportare le operazioni aziendali. Questo principio si applica ai diversi livelli dell’infrastruttura: risorse fisiche, rete, applicazioni, dati. I servizi aggiuntivi includono crittografia e isolamento dei dati, storage e segregazione dei server, firewall e gestione dell’identità.

Disaster Recovery

Con un solo server, le aziende sono molto più esposte a possibili errori. Utilizzare cluster di server virtuali e fisici in diverse localizzazioni geografiche si traduce in un backup e ripristino molto più rapidi e facilmente automatizzabili. Considerato il numero elevato di file utilizzati da siti Web e applicazioni, questa possibilità diventa un enorme vantaggio nei casi in cui l’attività aziendale dipende direttamente dai dati.

Tecnologie più recenti

In un datacenter on premise tradizionale, l’aggiornamento delle apparecchiature può consumare buona parte del budget di un’azienda. I provider di servizi Cloud offrono accesso alle macchine e dispositivi più recenti del mercato, consentendo alle aziende di aggiornare facilmente i componenti del servizio utilizzato, dalle CPU ai server.

Più green e pulito

Un altro aspetto da considerare è costituito dal carattere eco-compatibile dell'hosting Cloud, soprattutto se paragonato alla manutenzione delle attrezzature on-premise: i datacenter Cloud utilizzano le macchine a piena capacità e supportano i lavoratori da remoto, favorendo un migliore utilizzo delle risorse e contribuendo a ridurre le emissioni.

Opzioni Cloud

L’hosting Cloud offre diverse opzioni, con una struttura simile a quella dell'hosting tradizionale ma alcune differenze chiave.

Cloud pubblico

L’opzione di hosting Cloud più economica è il Cloud pubblico, in generale simile al modello tradizionale condiviso. Al posto di utilizzare un singolo server, i dati di un sito Web o applicazione sono condivisi su un cluster di macchine virtuali con risorse specificamente assegnate. In questo tipo di modello lo storage, la CPU e la RAM sono dedicati a un cliente e l’unico elemento condiviso è lo spazio del rack nel datacenter Cloud.

Cloud privato

Per le aziende che preferiscono non condividere le risorse e intendono usufruire di maggiore sicurezza e sovranità sui propri dati, l’hosting Cloud privato è la soluzione migliore. Questo scenario prevede il deploy di un server Cloud privato in cui l’hardware virtualizzato è specifico a ogni cliente.

Bare Metal Cloud

Nel caso di aziende con esigenze molto elevate in termini di prestazioni e sicurezza, l’opzione migliore è un server dedicato Bare Metal Cloud. Questa soluzione elimina completamente i problemi legati all’effetto “noisy neighbour” e offre performance su scala Cloud. La principale differenza tra questa opzione e l’hosting Cloud pubblico o privato risiede nell’utilizzo di risorse hardware fisiche invece che virtualizzate.

Hosting Cloud e servizi OVHcloud

OVHcloud offre una gamma completa di soluzioni di hosting Cloud in grado di adattarsi ad aziende di qualsiasi dimensione. I servizi di hosting Cloud proposti sono completamente gestiti e permettono alle imprese piccole e agili di iniziare rapidamente a utilizzare una gamma di servizi di Cloud pubblico per applicazioni Web e interi ecosistemi IT.

Per le aziende più grandi la soluzione Hosted Private Cloud favorisce la trasformazione digitale, mentre i servizi Bare Metal Cloud si adattano perfettamente alle attività che richiedono prestazioni elevate.