Monitoraggio con server dedicati

Monitoring OVHcloud

Cos’è il monitoraggio?

Il monitoraggio è il processo di raccolta costante di metriche (come latenza, traffico e dati) per comprendere lo stato di singoli server, cluster di server, applicazioni e reti che compongono un’infrastruttura IT. Questa pratica include sia il monitoring delle macchine in tempo reale per rilevare potenziali incidenti che l’analisi delle prestazioni nel breve e lungo termine. Una volta riunite, queste metriche formano un sistema di monitoraggio che permette agli utenti di memorizzare, visualizzare e configurare alert specifici e risposte automatizzate per identificare nuove opportunità di ottimizzazione e miglioramento.

Una visione di questo tipo del proprio sistema è fondamentale per identificare e risolvere rapidamente di problemi correlati alla salute e alle performance dell’infrastruttura, consentendo di prendere decisioni basate sui dati. Monitorare le singole macchine, applicazioni e reti permette inoltre di determinare quando è necessario scalare la propria infrastruttura o risolvere eventuali errori.

Sia per il monitoraggio di infrastrutture on-premise che di servizi ospitati in datacenter esterni, un server dedicato bare metal offre la garanzia che le soluzioni di monitoring adottate usufruiscano del massimo livello di disponibilità e tutti i log siano al sicuro e accessibili.

Mantenere al minimo i downtime

Raccogliere preziosi dati aziendali Configurare una rete mondiale di monitoring
Un monitoraggio efficace dei server garantisce un rilevamento automatico di eventuali necessità di manutenzione, per poter adottare misure appropriate. Queste operazioni possono così essere pianificate per ridurre al minimo i tempi di irraggiungibilità del server, evitando guasti e implementando piani di Disaster Recovery. Gli alert possono inoltre essere automatizzati per consentire l’intervento dei tecnici nel più breve tempo possibile.

Il monitoraggio dei server non riguarda solo la risoluzione di problemi, ma può fornire anche un flusso costante di dati aziendali in tempo reale che possono essere utilizzati per far evolvere l'infrastruttura. Ad esempio, è possibile identificare dove e quando un sito o un’applicazione riceve il traffico maggiore, e aggiungere risorse supplementari in momenti e localizzazioni precisi per offrire una user experience ottimale.

La crescita di un’azienda può approfittare della presenza di OVHcloud su scala globale: i 30 datacenter dislocati nei 4 continenti consentono di implementare server dedicati per monitorare e gestire la propria rete mondiale a partire da un’unica e semplice interfaccia: lo Spazio Cliente OVHcloud. È inoltre possibile integrare server dedicati di storage per ottenere prestazioni, sicurezza e disponibilità ulteriormente potenziate.

 
   
     

Consigliati per te

Rise-1

A partire da 61,74 € +IVA/mese
Intel Xeon-E 2136
6 cores / 12 threads - 3.3 GHz
32 GB DDR4 ECC
2×4 TB HDD SATA
Banda passante pubblica: 500 Mbps
Seleziona

Rise-2

A partire da 66,49 € +IVA/mese
Intel Xeon-D 2141I
8 cores / 16 threads - 2.2 GHz
32 GB DDR4 ECC
2×4 TB HDD SATA
Banda passante pubblica: 500 Mbps
Seleziona

Rise-3

A partire da 90,24 € +IVA/mese
Intel Xeon-E 2288G
8 cores / 16 threads - 3.7 GHz
32 GB DDR4 ECC
2×960 GB SSD NVMe
Banda passante pubblica: 500 Mbps
Seleziona

Consiglio 1: evita la perdita di metriche

Per infrastrutture di grandi dimensioni, l’enorme volume di metriche generato può rendere difficile ottenere dati che possano essere elaborati: è il fenomeno chiamato “metrics bleed”. In fase di implementazione della propria soluzione di monitoring dei server, è importante chiedersi se la scelta effettuata possa rappresentare un problema presente o futuro. Alcuni sistemi includono infatti strumenti che garantiscono il tracciamento e l’analisi dei giusti dati, in modo da restituire l’immagine più precisa e utile possibile delle performance dell’infrastruttura.

Consiglio 2: sviluppa un sistema di alert efficace

Come spiegato in precedenza, un monitoraggio efficace dei server può garantire un intervento umano il più rapido possibile quando necessario. Proprio per questo è importante disporre di un sistema di alert progettato ad arte, per non correre il rischio che le notifiche vengano ordinate con un ordine di priorità non corretto o, peggio ancora, perse tra il traffico quotidiano di email. È invece essenziale che gli alert siano classificati in base alla gravità e inviati alla persona corretta o al team competente tramite diversi canali (non solo email), in modo che possano essere gestiti nelle migliori tempistiche grazie a processi documentati.

Consiglio 3: scegli un server monitor e una dashboard adeguati

Nonostante sia possibile costruire internamente i propri tool di monitoraggio, esistono numerose soluzioni open source comprovate che possono semplificare in modo significativo questo processo. Ecco alcuni esempi:

  • Scollector
  • Telegraf
  • Snap
  • Beamium e Noderig
  • StatsD
  • Collectd

Ognuno di questi servizi presenta diversi vantaggi e svantaggi perciò prima di prendere una decisione è necessario considerare attentamente tutte le opzioni a disposizione, in particolare il tipo di parametri che si intende monitorare e le modalità di visualizzazione. È infatti fondamentale comprendere il livello delle prestazioni dei propri server con un semplice colpo d’occhio. I server dedicati OVHcloud consentono l’installazione di tutte queste soluzioni, in quanto gli utenti dispongono dell’accesso di root.

Non bisogna però dimenticare che OVHcloud utilizza strumenti di monitoraggio propri su tutte le macchine, in tutti i datacenter. Questo permette di ottimizzare e automatizzare il processo di monitoring in tempo reale delle prestazioni dei server dedicati bare metal, sulla base di parametri chiave come CPU, RAM e spazio disco. Il monitoraggio implementato in OVHcloud è di due tipi ed è in grado di assicurare le prestazioni e la salute delle soluzioni dei clienti ospitate nei nostri datacenter:

  • monitoraggio degli host gestione dell’hardware fisico
  • monitoraggio delle applicazioni monitoraggio delle soluzioni ospitate su server

In questo modo, se si decide di passare da un’infrastruttura on premise al Cloud o a server ospitati nei datacenter di OVHcloud, è possibile continuare a monitorare i sistemi come d’abitudine.